CM GIULIA SALA: INDISCUSSA GIOVANE TALENTO ITALIANO NEGLI SCACCHI!!

Cormano, 18 Luglio 2020. Lo scorso anno a Salsomaggiore Terme di questi tempi, CM Sala Giulia diventava Campionessa Italiana Under 18 per la Terza volta consecutiva! A Gennaio di quest’anno, Giulia non avendo ancora compiuto 14 anni, ha conquistato la prestigiosa Categoria di CM Candidato Maestro.

Quest’anno dal 7 al 14 Luglio i Campionati Italiani Giovanili Under 18, si sarebbero dovuti svolgere a Terrasini (PA).

Purtroppo, gli Organizzatori di Terrasini, causa vicenda del “Coronavirus“, sono stati costretti ad annullare questo evento, togliendo così, la possibilità alla nostra Campionessa, di conquistare il suo 4° Titolo Italiano consecutivo!! E’ vero che a Scacchi, come in altri Sport, tutto può accadere, pur tuttavia la nostra Giulia, era di gran lunga la favorita dei CIG Under 18 di Terrasini 2020!

Il giornalista Paolo Minora, de ” IL NOTIZIARIO”, un giornale locale, molto diffuso a Nord di Milano, che fin dalle origini, segue le vicende Scacchistiche della ns. Associazione, ha voluto intervistare la nostra CM Sala Giulia proprio in questa occasione.

Questo Articolo è stato pubblicato su Il Notiziario di Venerdì 31 Luglio 2020. Qui di seguito riportiamo le domande e le risposte di di Giulia a questa intervista.

Paolo Minora: Ciao cara Giulia e complimenti per tutto ciò che sei riuscita a raccogliere in questi splendidi anni di grandi soddisfazioni …

Domanda 1  – Quando hai cominciato ad interessarti e capire che amavi gli scacchi? Aver due genitori dell’ambiente in qualche modo ti ha spinto naturalmente verso questo gioco?

Risposta Giulia: Ho incominciato ad appassionarmi agli scacchi quando vedevo papà giocare online, avevo 6 anni, poi papà mi ha insegnato a muovere i pezzi, ho iniziato a giocare qualche partita con lui e poi più avanti ho iniziato a giocare qualche torneo di “miniscacchi“.

Domanda 2 – Nel 2015 a Montesilvano a soli 8 anni praticamente avevi raggiunto la classe e la bravura degli altri e per un soffio non vincevi già alla prima partecipazione?

Risposta Giulia: Il torneo di Montesilvano è stato il mio primo torneo a tempo lungo, ero arrivata quinta ma se vincevo l’ultima partita sarei arrivata prima … peccato :-).

E’ stata una bella esperienza e mi ricordo che quando finivo la partita andavo in sala analisi per ricostruirla, papà commentava le mie mosse sbagliate e mi arrabbiavo.

Domanda 3 – Quindi dal 2016 ad Olbia il primo dei tre titoli Italiani consecutivi un Under 10 e 2 Under 12 con i successi di Chianciano, Scalea e Salsomaggiore. Una tripletta che quest’anno, a Terrasini poteva trasformarsi in un poker d’oro. Fa male non partecipare al di la del disastro che ha colto tutti del Coronavirus?

Risposta Giulia: Nel 2016 ad Olbia sono arrivata quarta per spareggio bucholz, a pari merito con la prima. Tutte le successive esperienze sono state fantastiche, quest’anno quando i miei genitori anno detto che il Campionato Italiano a Terrasini era stato annullato, mi è dispiaciuto tantissimo, perchè mi sarebbe piaciuto raggiungere il quarto titolo consecutivo nella “nuova categoria” under 14. Avrei voluto confrontarmi con avversarie della mia età perchè durante l’anno difficilmente le incontro ai tornei a cui partecipo.

Domanda 4 – Le Esperienze Europee come le hai vissute? In qualche modo, confrontarti, con scacchiste di altre Nazioni ti fa sentire un po’ come una condottiera e rappresentante della tua Italia?

Risposta Giulia: Un aspetto che ho notato particolarmente è la differenza nell’insegnamento degli scacchi nelle altre nazioni. Negli stati dell’est soprattutto, hanno la cultura scacchistica ed insegnano scacchi anche a scuola, questo si nota pure nella presentazione degli atleti ai campionati internazionali, molti atleti erano ad esempio vestiti “dalla testa ai piedi” con i colori della propria nazione.

Le esperienze europee le ho vissute molto bene, oltre che dal punto di vista prettamente scacchistico ho conosciuto altre culture e visitato luoghi interessanti.

Domanda 5 – Quale sono gli obiettivi primari che ti poni per l’immediato futuro? Per restare nel periodo in cui viviamo, come proveresti ad affrontare un avversario subdolo e mai domo, un po’ con le caratteristiche del virus Covid 19 che appare lì lì per perdere ma poi riaccende il match in suo favore con nuovi “focolai”?

Risposta Giulia: Durante questo periodo di fermo scacchistico è stata dura proseguire nel mio allenamento. La mancanza dello scontro diretto con un avversario si è fatta sentire. Ho partecipato al Campionato Europeo Rapid Online e ad un match giovanile Italia-Ucraina poichè sono stata selezionata … ma giocare online non è la stessa cosa!!!  A settembre finalmente, ricomincerò i tornei di scacchi in presenza.  Non ho un obiettivo preciso ma cerco sempre di fare del mio meglio, di solito mi porgo obiettivi a breve termine, ad esempio prima di un torneo io e mio papà pensiamo a quale sarebbe il risultato ottimale per il torneo stesso.

Ritornando alla domanda specifica purtroppo non riesco a fare un paragone con il Covid.

Questo anno 2020 per me era partito alla grande, poichè a gennaio,  dopo il torneo di Montecatini, avevo appena preso la Categoria di Candidato Maestro, portandomi prima tra le giocatrici under 16 Italiane.

 

CIAO E GRAZIE DI TUTTO A TE GIULIA E AI TUOI GRANDI GENITORI E DEI COMPLIMENTI DI TUTTA LA REDAZIONE SPORTIVA E DELLA CRONACA DEL NOTIZIARIO … OLTRE CHE AL CARO AMICO  GIUSEPPE LISIMBERTI.